28 settembre 2007

s-punti di vista

Firenze, la bella Firenze. Firenze da assaporare.
Firenze, da svelare lasciandosi sedurre da ogni nuova stradina e nel conosciuto aprirsi all'ignoto. Senza indugio, passo lento e sguardo attento. Lo sguardo avido di chi di bello mai è sazio e d’incuriosirsi ha sempre appena cominciato.

Sono solita fare lunghe passeggiate, tendendo a quel qualcosa che potrebbe essere dietro ogni prossimo angolo.
A volte è la mia ombra, che fuggo e ignara inseguo, più volte è la serendipità.

La città è un mondo da esplorare, che non finisce mai di sorprendere.
Un mondo di luoghi parlanti. Linguaggi da interpretare per storie impolverate dalla disattenzione e sepolte dalla frenesia quotidiana.

Un mondo dove, se solo osservi un attimo, rallentando il passo e alzando la testa dallo schermo del cellulare, trovi cose che non immagineresti mai di trovare, là dove le trovi.

Un carrello della spesa abbandonato in mezzo al Parco della Fortezza, proprio di fronte all’incrocio dei viali.

paesaggio urbano ...

Due paia di scarpe lanciate (o appese?) ad un cavo teso tra due palazzi, in Oltrarno.

trova l'intruso :)

Una bici che nella buia notte, la fondatissima paura dei ladri (in realtà in servizio 24 ore su 24), ha spinto ad assicurare più saldamente possibile alla serranda di un esercizio commerciale, senza porre mente che suddetto esercizio di giorno deve aprire.

pur di non farsela rubare

Una vecchia televisione abbandonata in pieno centro (siamo in via De’ Medici)

cosa non si trova, curiosando per la città

Un albero di cuscini




Aggiungo, a margine del post di rientro dalla lunga assenza, come bonus track per i lettori del blog, una foto scattata durante una gita fuori porta:
un vecchio scarpone riabilitato come fioriera.

E’ un’immagine che mi ha colpita: sintesi di opposti.

Il bello, delicato e sensibile può metter radici e fiorire anche nel più ruvido e grezzo cuoio.

scarpone profumoso a colori

Per via di contrasto si genera armonia.

11 commenti:

Emanuele ha detto...

sei tornata...alla grande!

:-)

Bello bello bello.

Swing ha detto...

Grazie Emanuele ti avevo detto che non avrei mollato.e mica potevo deluderti! grazie,davvero.

maria ha detto...

non finisci mai di stupire.
brava.

24frames ha detto...

Ho sempre ricercato i contrasti, gli ossimori nelle situazioni perchè anche secondo me - come dici tu - generano armonia. Talvolta pura bellezza.
O comunque generano qualcosa che le similitudini non conoscono, uno scarto tra i poli, positivo e negativo, la cui differenza è, spesso, magia.
Non smettere di conservare questo tuo sguardo sulla città in cerca di storie e di contrasti. Per te e per noi.:)

christian ha detto...

ah, mi mancavano davvero le tue "passeggiate" ;)

Swing ha detto...

- sempre la benvenuta Maria , grazie :)

- bianco/nero. nel mezzo l'occhio umano distingue, in media, 16 gradazioni di griggio che, tuttavia, la mente, spesso, rinnega. contrasto. poi, vibrate pennellate a sfumare dell'anima. grazie24 frames,Grazie. tu fai per noi un bell'abbonamento dell'autobus :) le tue "scene da una bottiglia ambulante" sono delicati quanto profondi espressionismi che affondano radici nel sinoviale di sparute vite quotidiane. grazie,ancora.

- ti aspettavo Christian :)
grazie :)

christian ha detto...

eheh, addirittura?
allora la prossima volta vengo anch'io a fare la passeggiata e poi postiamo in stereo! ;)

Swing ha detto...

eheh ;)Christian, simpatico ;)

christian ha detto...

chiaramente, non potrei mai raggiungere i tuoi livelli! :)))

WFirenze ha detto...

Bentornata.
Guardando i tuoi scatti mi sono fatto un bel giro per la città, e pensavo di non potermelo permettere visto che sono inchiodato a questa scrivania...
Che dire, ti ringrazio,
W.F.

Swing ha detto...

:)chi lo sa Christian ;)

wfirenze felice io di averti fatto evadere, a cavallo di un mouse :) grazie a te, di esserti lasciato condurre dal mio sguardo che è pur sempre, solo, un punto di vista e uno spunto di riflessione ;)